Ricette con i peperoni

Ricette con i peperoni, senza glutine

Ratatouille di peperoni, melanzane e pomodori

melenzane-e-peperoni-orientali-0122-b

Insalata di riso basmati con peperoni e cantalupo

ins-riso-mel-e-peper

Gelato al peperone

Gelato-ghiacciolo-al-peperone-3641-b

Hummus di peperoni

Hummus di peperoni
Hummus di peperoni

Peperoni con uvetta, pinoli e pangrattato

peperoni-oriz

Crumble di cheesecake ai due peperoni

Crumble cheesecake peperoni

Peperoni ripieni

peperoni-ripieni-027

Peperoni in agrodolce

peperoni-in-agrodolce-5928

Salsa di peperoni

Pasta-e-peperoni-6171

 

 

 

Spaghetti con pesto di avocado

spaghetti gluten free con pesto di avocado

Eravamo rimasti che ricominciavo a postare.

Ora, sembrerò bugiarda, ma ho ancora difficoltà a raccapezzarmi con la nuova situazione

Quindi, avrei un archivio pieno di foto fatte, che fra poco non saranno più di stagione, ma non riesco a trovarle nemmeno nell’hard disk esterno.

Però, ho provato una pasta che è diventato un must a casa Cardamomo & co., una di quelle che ha fatto storcere il naso ai pargoli, quando ho detto loro cosa stavo cucinando, ma che hanno finito per leccare il piatto (e non è un’iperbole…)

Read more

Ricette natalizie senza glutine

Oggi vi presento una carrellata di dolci natalizi senza glutine, davvero molto buoni.

Cominciamo con la tradizione italiana

Panettone

panettone-con-biga-0925-b

Pandoro 

pandoro-con-lb-0692-b

Torroncini al cioccolato

torroni-morbidi-al-cioccolato

Biscotti limone e polenta

biscotti-limone-e-polenta-1707-b

Biscotti con grano saraceno e farina di riso 

biscotti-ghiaccio2

Ma anche una bella cassata particolare

Natale-2010-020

Passiamo alla tradizione estera

Quick Boiled Fruit Cake

Fruit-cake-delia-1604-blog

Omini di pandizenzero ovvero gli Gingerbread cookies

gingerbread-cookies-0898-b1

Biscotti Candy Cane

biscotti-natalizi-0801-b

Torta con gli abeti

Torta-coca-cola-camy-cream-e-pdz

Torta all’arancia con cioccolato bianco

Torta-allarancia-di-Fiona-b

Cupcakes natalizi

cupcakes-natalizi Cardamomo & co

 

Ed essendo venerdì, vi ricordo l’appuntamento con il 100% Gluten Free (Fri)Day

ilove-gffd

Gluten Free, per tutti i gusti

Non posso crederci nemmeno io.

Dopo due anni di fatica e lavoro, tutto il meraviglioso gruppo di Gluten Free Travel & Living, ha raggiunto un altro traguardo.

Tanti lavori meravigliosi realizzati, ma questo, forse, è il più tangibile. 

Di cosa parlo? 

Con orgoglio vi presento il nostro primo libro, che da giorno 23 potete trovare in tutte le librerie di Italia.

Gluten Free, per tutti i gusti, il titolo e l’editore che ha creduto in noi è ninetepopòdimeno che Gribaudo

Un libro fighissimo, con ricette stupende, tutte realizzate e testate da noi.

E cosa stra meravigliosa, la prima presentazione del libro si terrà a Palermo!!!

Cosi vi aspettiamo tutti, venerdì 23 alla Feltrinelli di Palermo alle 19,30 per presentarvi il nostro libro e farvi assaggiare alcune ricette!

Vi aspettiamoooooo!

copertina Gluten Free

Inoltre, siccome non stiamo a pettinar le bambole, abbiamo anche organizzato un grande evento a Palermo, ai cantieri culturali alla Zisa Il Gluten Free Week, e qui potete trovare tutte le informazioni.

gluten free week

 

Una settimana a Berlino

Berlino è bellissima e nessuno lo può negare.

Vederla è un’esperienza indimenticabile sotto ogni punto di vista.

La città che, secondo mio figlio, ha fatto un business di un grave e inammissibile misfatto.

Sì, perché il mio pargolo n. 3, per tutta la durata del viaggio, non si è dato pace del fatto che molte delle “attrazioni” turistiche fossero proprio riconducibili alla guerra e ad un atroce piano fuori di senno, lo sterminio degli Ebrei, e che da questo ricordo, loro ne ricavassero dei soldi.

Judische Museum Cardamomo and co
Judisches Museum Berlino

Devo dire che la sua prospettiva mi ha affascinato alquanto e l’ho trovata anche sensata, sebbene, d’altro canto, sia anche contenta del fatto che proprio loro che hanno perpetrato questo abominio, siano i primi a prendersi la responsabilità del ricordo perpetuo.

Sachsenhausen Cardamomo and co
Sachsenhausen Berlino

Be’, davvero diverso da quello che succede in Italia, dove nessuno mai si prende la responsabilità di niente e si preferisce coprire gli errori o addirittura abbellirli e rigirare la frittata…

Ma, opinioni politiche a parte, devo dire che Berlino mi ha lasciato davvero il segno.

La grandezza degli spazi, riempita dalla maestosità dei monumenti, tutti (o quasi) perfettamente ricostruiti in maniera da sembrare gli originali, le infinite distese di verde all’interno della città, il perfetto equilibrio fra il nuovo e l’antico, il ricordo e il continuo evolversi, l’efficenza dei mezzi di trasporto, la rende una città assolutamente da visitare almeno una volta nella vita.

Il nostro viaggio è stato fatto all’insegna del risparmio, per cui siamo partiti con un volo diretto, prenotato mesi prima, con Ryanair, e abbiamo dormito in un residence di Hapimag, di cui siamo soci, che permette di avere degli appartamenti al centro della città a costi piuttosto contenuti, anche se molto ben curati e organizzati (a fronte di una spesa iniziale consistente che però nel giro di due viaggi, si riesce ad ammortizzare e quindi, da quel momento in poi anche a risparmiare). Abbiamo comprati la Wellcome card (che consente sconti su tutti i musei e la possibilità di prendere tutti i mezzi), che include anche i vostri figli.

Io biascico ancora un po’ di tedesco, imparato una trentina di anni fa, ma l’inglese lo parlano quasi tutti. In ogni caso ci sono moltissimi italiani che lavorano lì, che incontri in ogni dove e quindi possono aiutarti.

I tedeschi non sono le persone più friendly del mondo, si spazientisco piuttosto in fretta, ma anche qui, la versione molto affascinate del mio amico Massimo, è che è giusto che sia così, perché nessuno sgarra e tutti fanno il proprio dovere, per cui la cortesia non è un requisito indispensabile sul lavoro, mentre la professionalità sì, per cui si seccano se gli fai perdere del tempo.

Ad onor del vero, comunque, va detto anche che che abbiamo anche trovato persone gentili… ogni tanto.

Se andate a Berlino, avete solo l’imbarazzo della scelta su cosa vedere. 

Già solo guardare la città e passeggiare per i suoi parchi è un’esperienza da fare.

Noi alloggiavamo a Mitte, un quartiere centralissimo, proprio accanto alle due chiese gemelle (Franzozische Dom e Deutsche Dom), che si fronteggiano, nella bellissima piazza Gendarmenmarktplatz, poco distante dall’isola dei musei, dove si trovano ben 5 musei statali, secondo me, assolutamente da visitare.

Berlino deutsch dom Cardamomo and co

Soprattutto il Pergamon non dovete perdervelo, anche se per adesso, ne avrete una visione parziale.

pergamon Cardamomo and co

Ovviamente tutte le tappe più famose, sono obbligate. Da quelle che ci ricordano il nostro vicino passato, come il Muro, Check Point Charlie, il Museo degli Ebrei (Judisches Museum), uno dei musei più belli e toccanti che abbia mai visitato, e il Memoriale, a quelle che ci riportano alla grande storia tedesca, come la Porta di Brandeburgo, la cattedrale di Berlino, la Hamburger Bahnhof che è una vecchia stazione adibita a museo, o il Reichstag, sede del parlamento tedesco, che dovete prenotare in anticipo, di almeno due settimane, per non arrivare sul filo del rasoio, come noi, o non visitarlo affatto, e il magnifico castello di Charlottenburg.

berlino Cardamomo and co

Berlino Cardamomo and co

Ma Berlino è anche parchi, centri commerciali (assolutamente da vedere il LaFayette, perché dentro è strepitoso, e il Kaufhof), lo Zoo e l’Acquarium e tutto diventa davvero imperdibile…

Berlino cardamomo and co

BerlinoCardamomo and co

Ma se andate a Berlino, vi consiglio caldamente di non perdervi Potsdam, con i suoi meravigliosi castelli.

potsdam cardamomo and co

Ma una nazione la si conosce anche dal suo cibo e qui arriva la nota dolente.

E non tanto perché il cibo non è magnifico (würstel e patate rientrano nell’immaginario di ogni bambino, ma forse non in quello degli adulti), quanto perché, su 3 milioni di abitanti, la scelta gluten free è davvero poca cosa.

Andando a Berlino ci si aspetta che nel civilissimo nord le cose per i celiaci siano davvero diverse e la diversità non esista.

Invece esiste ed è difficilissimo trovare qualcosa senza glutine. O quanto meno, ci sono anche dei locali che offrono dei piatti senza glutine, ma la scelta è davvero limitatissima. 

Su Gluten Free Travel and Living potete trovare un’analisi più approfondita dei locali che ho provato personalmente.

In ogni caso mi sento di consigliarvi assolutamente il cafè FUNK YOU Funk You Natural Food (Gärtnerstraße 21, 10245 Berlin-Friedrichshain) e il panificio/caffetteria Jute Bäckerei (Schönhauser Allee 52 a10437 Berlin – Prenzlauer Berg).

locali Berlino

In ogni caso in tutti i supermercati trovate un angolo senza glutine.

Dieta dissociata… da me!

(Quiche di grano saraceno, verza e mela, naturalmente senza glutine)
Ho perso due chili in due settimane.
Sì, lo confesso, sono a dieta!
Rigida e strettissima, senza nessuna concessione.
Vivo solo per il pranzo della domenica, che è libero.
Dopo tanto tempo che non riuscivo a fare la dieta, stavolta ho deciso e mi sto applicando con impegno.
 
Anche se, tutto l’inverno, ho vissuto di privazioni e sensi di colpa.
 
Perché una dieta (a parte quella senza glutine) o una parvenza di qualcosa del genere ho cercato di farla.

Read more

Muffin di Gaia

 

Muffin di Gaia 1324 cardamomoeco

Da quando ho deciso di aprire questo spazio virtuale dove condividere le mie ricette, più che dare, ho ricevuto.

Ho iniziato ormai 5 anni fa (o sono 4?) per mettere a disposizione la mia esperienza, e in cambio ne ho fatto tantissima io.

E, quell’aiuto che volevo dare, l’ho ricevuto mille volte tanto.

Ho conosciuto persone meravigliose.

È vero, ne ho conosciute anche di meno belle e anche di brutte, ma le meravigliose, facendo i conti sovrastano alla grande le altre.

E ho conosciuto la varia umanità.

E fra le varie persone e amiche che ho conosciute, una (ma non solo lei) è un faro che risplende.

Sì, perché lei è salda, in gamba, speciale, preparata, umile e stra intelligente!

Sì, meravigliosamente intelligente e buona. E BRAVA!

Tanto brava da aver scritto un libro eccezionale.

Un bellissimo libro tutto sui dolci naturalmente senza glutine.

Ben 121 ricette dolci, senza dimenticare le basi e i mix d farine naturalmente senza glutine, da utilizzare per la realizzazione dei suoi capolavori.

Io ho avuto l’onore di assaggiare dal vivo la sua cucina, celestiale, e di replicare le sue ricette, sempre precise e puntuali.

Anche stavolta ho voluto provare e la prova è stata superata brillantemente.

Sua è la ricetta di questo muffii, anche se c’è una mia piccola modifica.

Andate a vedere sul suo libro, anche la meravigliosa foto che ha fatto lei di questa ricetta. La mia non le rende onore e me ne scuso. Voi ispiratevi alla sua!

La ricetta la trovate sul suo meraviglioso libro Il dolce gluten free di Gaia Pedrolli

Il dolce gluten free

Read more

Tortino di miglio su letto di cavolfiore e funghi

Tortino di miglio su letto di cavolfiore e funghi

Non amo le sorprese, forse l’ho già detto.

Non mi interessa la suspence, anzi, il più delle volte mi infastidisce.

E non sono nemmeno curiosa. Non muoio per saperne di più. Se non me lo vogliono dire, me ne faccio una ragione e penso ad altro.

Anche se mi svelano la fine di un film o di un romanzo, non ci rimango male. Non è quello che determina la piacevolezza che ne ottengo.

E spesso, quando mio marito ha voluto farmi una sorpresa, è stato scoperto prima del tempo, nel mio vano tentativo di non sciupargli la sorpresa.

Così è successo quando mi ha regalato il Bimby.

Glielo chiedevo da 9 anni e lui si era sempre rifiutato. Quell’anno, invece, avevo visto dei bicchieri stupendi e desideravo quelli ardentemente. Lui torna a casa con uno scatolone e io sono convinta che siano i bicchieri. Orgoglioso del suo acquisto mi chiede, sicuro che non avrei mai indovinato, di immaginare cosa fosse.

Io sono certa siano i bicchieri, per questo, mi aggrappo al pensiero più lontano che mi venga e nomino il Bimby.

Lo vedo sbiancare. Ho la certezza di avergli rovinato la sorpresa.

Di queste, ve ne potrei raccontare a quintali.

Ma mi fermo qui, perché non c’è due senza tre, ogni medaglia ha il suo rovescio e l’eccezione conferma la regola.

Così, la sorpresa di ieri sera, mi è piaciuta ed è riuscita.

Il 12 febbraio era la data ufficiale del ritorno e, invece, è tornato ieri.

Bentornato a casa, amore mio!

 Tortino di miglio su letto di cavolfiore e funghi

Miglio pesto cavolfiore e funghi 0647 b

5.0 from 3 reviews
Tortino di miglio ai funghi con pesto di cavolfiore
 
Author:
 
Ingredients
  • Per 4 persone
  • 200 g di miglio
  • 300 g di funghi cardoncelli
  • ¼ di cavolfiore
  • ½ bicchierino di buon vino bianco
  • 30 g di mandorle pelate
  • 1 scalogno
  • olio evo
  • sale
Instructions
  1. Pulite i funghi e tagliateli a fettine.
  2. Sbucciate lo scalogno, lavatelo e tritatelo.
  3. In una padella mettete a scaldare dell'olio e fate soffriggere lo scalogno. Aggiungete i funghi e fate insaporire. Aggiungete il vino bianco e fate sfumare per qualche minuto a fuoco vivace, mescolando delicatamente.
  4. Salate e unite il prezzemolo tritato facendoli cuocere ancora fuoco basso per 5 minuti.
  5. Lavate il cavolfiore e dividetelo a cimette. Lessatelo in acqua salata per circa 10 minuti.
  6. In un boccale alto mettete il cavolfiore, le mandorle, l'olio (abbondante) e il sale e frullate.
  7. Bollite il miglio in acqua bollente e salata per circa 15 minuti, quindi mescolate con i funghi.
  8. In un piatto mettete un po' di crema di cavolfiore.
  9. In un stampo di alluminio mettete il miglio e pressate un po' con un cucchiaio. Quindi sfornate sul letto di cavolfiore. Condite con altri funghi e con delle mandorle tritate e tostate.
 

Suggerimenti:

– i funghi cardoncelli sono una varietà di funghi a grappoli, tipici del sud Italia. Hanno una consistenza soda e carnosa e durano non più di 24 ore, per cui conviene cucinarli subito;

– il miglio è un cereale naturalmente senza glutine, ma state attenti alle contaminazioni

A presto

Stefania

Pane integrale di Paul Hollywood per coccolarci

(Pane integrale di Paul Hollywood)
Dolcezza infinita.
Presenza discreta.
Nessun rumore.
Tanta riconoscenza.
Morbidezza senza pari.
Era questo, lei.
L’unica femminuccia, in casa, a farmi compagnia…
Adesso sono rimasta di nuovo in minoranza.
Mi manca.
E penso a lei quando mondo le verdure.
Quando la mattina mi sveglio e il primo pensiero era accarezzarla e coccolarla un po’.
Quando mangio la frutta di cui andava ghiotta.
Non si può immaginare quanto possa mancare anche un coniglietto.
Mio cugino mi ha consolata dicendomi che per adesso corre su prati infiniti lastricati di carote pensando al bene che le abbiamo voluto.
… ma la cosa non mi consola, affatto…
E mentre pulisco il cavolfiore, piango, come una scema…

E dopo questo inizio paradossale (ma vi assicuro per quanto lo sappia, il dolore non si attenua), passo ad una ricetta molto consolatoria: il pane.
Se poi il pane è anche firmato Paul Hollywood, vi assicuro che, per quanto il mio sia senza glutine, è STREPITOSO!!!

La ricetta è stata riadattata dalla bravissima Fabiana, che ringrazio sentitamente per avermi concesso il privilegio di assaggiare questa meraviglia.

Pane integrale Cardamomo & co

 

Read more