Calzoni al forno senza glutine e Panissimo 46

Calzoni al forno senza glutine

Per adesso sto sperimentando tanto.

Mi sono messa in testa che devo riuscire a fare certe ricette glutinose e renderle altrettanto appetitose seppure senza glutine.

In realtà ci sono anche riuscita.

Per essere appetitose, lo sono. Per essere identiche all’originale, no.

La fregatura è sempre la consistenza.

E così, seppure il sapore c’è, la consistenza, ancora lascia a desiderare.

Chi segue la mia pagina su FB lo sa.
Così, con al rosticceria siciliana ho avuto una vittoria, ma anche una sconfitta.

I calzoni sono venuti benissimo, ma le freccine, no. 

Piuttosto erano dei buonissimi panini morbidi, ma non delle brioche.

Credo però di aver capito dove sta l’inghippo, quindi mi cimenterò al più presto eliminando, spero, l’errore.

Oggi però vi lascio con quello che è riuscito bene.

La ricetta è la trasposizione di quella della rosticceria siciliana, che per i calzoni, è perfetta. Ma mi raccomando, non usatela per fare le treccine 😀

calzone palermitano 7285

 

Con questa ricetta partecipo al 100% Gluten Free (Fri)Day

ilove-gffd

 

    • Calzoni al forno
      I calzoni al forno fanno parte della rosticceria siciliana. Questa la versione senza glutine
      Write a review
      Print
      Prep Time
      1 hr
      Cook Time
      20 min
      Prep Time
      1 hr
      Cook Time
      20 min
      Ingredients
      1. farina per pane Nutrifree 500 g Royal Fibra
      2. 50 g zucchero
      3. 50 g strutto
      25 g lievito di birra
      1. 10 g sale
      2. 350 ml. di acqua circa
      3. 100 di latte per spennellare
      4. PER FARCIRE
      5. 300 g di prosciutto cotto
      6. salsa di pomodoro
      7. mozzarella
      Instructions
      1. Sciogliete il lievito in un po' di acqua a temperatura ambiente.
      2. In un robot da cucina mettete la farina setacciata, lo zucchero, il sale, lo strutto e il lievito di birra.
      3. Lavorate il tutto fino a quando lo strutto non si sarà sbriciolato nella farina poi cominciate ad aggiungere l’acqua rimasta a filo.
      4. Quando avrete ottenuto una palla con l’impasto, mettetelo su una spianatoia e cominciate a lavorarlo con le mani fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo (un paio di minuti).
      5. Dividete l’impasto in porzioni da 100 g se volete preparare dei pezzi di rosticceria grandi, o da 50 g per pezzi più piccoli e formate delle palline.
      6. Fate lievitare per 30 minuti su un canovaccio cosparso con un pochino di farina.
      7. Trascorso il tempo potete stendere con un mattarello l'impasto, farcite e mettete su carta forno. (guarda video)
      8. Aspettate altri 30 minuti e poi cuotete in forno già caldo a 200°.
      Cardamomo & Co. http://www.cardamomoandco.ifood.it/

E infine una notizia di cui mi onoro.

panissimo-2017-corretto-543x543

Questo mese ospito una raccolta bellissima, quella ideata da Sandra di Sono io, Sandra e Barbara di Bread & Companatico

Le regole per partecipare a Panissimo sono facilissime:

seguitele con attenzione per favore

mettete il banner, foto che trovate qua sopra,  nella barra laterale del blog, e inserite il banner anche nel corpo del post con cui partecipate e copiate/incollate questa scritta:

    • Con questa ricetta partecipo a Panissimo#46, la raccolta di lievitati dolci e salati ideata da Sandra di Sono io, Sandra, e Barbara, di Bread & Companatico, questo mese ospitata da Cardamomo & co.
    • e lasciate il vostri link, al link sotto la rana

 rana-blu
 


Pane alla zucca senza glutine

Panini_alla_zucca

Avete mai pensato che un pargolo che non mangia niente di arancione, quindi niente zucca e niente carote, neanche per sbaglio, potesse mangiare tutti, e dico TUTTI questi panini con la zucca?

Ecco, l’ha fatto! 

Per questo l’ho fatto già 3 volte e ogni volta ne ho assaggiato un misero pezzettino, caldo caldo.

Sono i panini più morbidi mai realizzati.

E lo so, solo perché alla fine, ne ho sottratto uno e l’ho nascosto e, tadan, l’indomani era ancora morbidissimo.

panini alla zucca 7525

L’ispirazione l’ho presa dal pane alla zucca di Stefania Gambella e io l’ho trasformato in senza glutine e ho diminuito la grammatura del lievito.

Panini alla zucca
Serves 8
Panini senza glutine alla zucca, perfetti per ogni occasione, bellissimi da vedere e morbidissimi
Write a review
Print
Prep Time
30 min
Cook Time
20 min
Prep Time
30 min
Cook Time
20 min
Ingredients
  1. 250 g zucca
  2. 500 g farina Nutrifree
  3. 3 g lievito
  4. 100 ml latte
  5. 50 g acqua
  6. olio 1 cucchiaio
  7. sale
Instructions
  1. Tagliate la zucca a cubetti e cuocetela al forno per 20 minuti a 200°.
  2. Frullate la zucca fino a ridurla in purea.
  3. Sciogliete il lievito nell'acqua.
  4. In una ciotola grande come quella della planetaria mettete la farina.
  5. Fate un buco in mezzo alla farina e versate la purea di zucca e cominciate ad impastare.
  6. Aggiungete il lievito e il latte fino a creare un panetto morbido.
  7. A questo punto aggiungete l'olio e il sale. Amalgamate bene.
  8. Coprite il recipiente in un canovaccio,e fatelo lievitare.
  9. Visto che ci sono solo 3 grammi di lievito avrà bisogno di un lungo riposo. Io l'ho lasciato tutta la notte e la mattina il volume era raddoppiato.
  10. Una volta che l’impasto è raddoppiato dividete l’impasto in 8 pezzi, quindi formate delle palline.
  11. Bagnate lo spago nell’olio perché non si attacchi all’impasto e seguitela procedura che vi mostro nel video per creare la forma di zucca.
  12. Infornate i panini per 20 minuti in un forno statico a 180°.
  13. Mangiate quando si sono raffreddati... se ci riuscite 😉
Notes
  1. La zucca può essere cotta anche al vapore.
  2. La quantità di lievito può essere aumentata fino a 20 g se non volete aspettare tutto il tempo della lievitazione che ha impiegato il mio pane. Con 20 g dopo due ore il volume sarà raddoppiato sicuramente.
Adapted from Stefania Gambella
Adapted from Stefania Gambella
Cardamomo & Co. http://www.cardamomoandco.ifood.it/

E adesso vi lascio al video che vi mostra come fare i panini alla zucca.

Con questa ricetta partecipo a Panissimo#44, la raccolta di lievitati dolci e salati ideata da Sandra di Sono io, Sandra, e Barbara, di Bread & Companatico, questo mese ospitata da Sono io, Sandra

Panissimo

 

Finger food di pizzette senza glutine

Finger food di pizzette senza glutine

27 e non sentirli.

O fare finta di.

Perché visto che settembre è stato mite, pensi che quest’anno l’autunno arrivi anche qui.

Metti le camicie con le maniche lunghe, magari anche un golfino sulle spalle, e pure la sciarpetta intorno al collo.

Read more

Torta di mele e limoncello senza glutine e buon compleanno amore mio

(Torta di mele e limoncello senza glutine)

14 anni fa, stravolgevi la mia vita.

14 anni fa ti incontravo per la prima volta e i tuoi occhi entravano nei miei inesorabilmente.

14 anni fa non avrei mai pensato che tutto l’amore che potevo, potesse crescere ogni giorno di più.

“Ti amo come l’infinito e oltre” ti ripeto ogni giorno, ma so che non può veramente descrivere l’amore che ho per te.

Read more

Lagne e lasagne

(Lasagne senza glutine con video per farle)

“Facebook è il male!”

“Facebook non è la vita reale”.

Mi ripeto ogni giorno come un mantra.

“I gruppi su Facebook sono il male assoluto”.

Aggiungo.

“Non aprite quel gruppo” potrebbe essere il nuovo film di terrore.

Sì, terrore!

E il sequel, sarebbe “non aprite quel link”!

Read more

Lemon crinkle o biscotti al limone?

(Lemon crinkle ovverosia biscotti al limone senza glutine)

Ho cucinato meno per queste vacanze.

Ho deciso che avrei cucinato di meno, come regalo a me.

Quindi niente feste pre e post natalizie con amici, colleghi, conoscenti, tranne quella con i parenti per il solito 26 dicembre.

Ho deciso che mi sarei goduta la vacanza e lo sarebbe stata anche per me, una vacanza, una volta tanto.

Read more

Piovono polpette… vegetariane!

(Polpette di pane pugliesi e senza glutine)

Che ci sia confronto fra celiaci e vegani è fuor di dubbio. E spesso, sempre più spesso (soprattutto fra i food blogger, esteri specialmente) le due cose vanno a braccetto. 

Entrambe le diete seguono regimi ristrettissimi, anche se una è subita e l’altra è scelta.

Read more

Chiacchiere facilissime e senza glutine e ho la dispensa piena

In questo periodo di inattività forzata, è toccato al pargolo n. 1 fare la spesa.
Ormai è grande e, se vuole usare la mia macchina, deve pagare un piccolo fio: la spesa.
La prima settimana mi ha chiesto la lista della spesa che io gli ho dettato, con dovizia di particolari, per non ritrovarmi con un quintale di burro e zucchero a casa, e una foglia di lattuga.
La seconda settimana, già, in maniera più autonoma, ha preso carta e penna, e io ho dettato per filo e per segno la lista della spesa.
Mi accorgo, che, al ritorno, invece di lasciare i sacchetti dove gli capita prima, ne svuota circa la metà.
Mi chiedo se, tanta solerzia sia dettata dal mio malessere.
La terza settimana, stando già meglio, gli propongo di accompagnarmi a fare la spesa, ma lui, prontamente mi dice, che sa già cosa comprare e che da solo fa prima.
I dubbi e i sospetti si impadroniscono di me.
E ragione avevo! 
Così come quando i figli piccoli non si sentono è sintomo di guaio assicurato, alla stessa maniera se i figli grandi si propongono di fare qualsiasi cosa al vostro posto, sotto sotto c’è qualcosa.
E ho scoperto l’arcano.
Allora, a casa ho 10 barattoli di nutella, 10 confezioni di panna, 10 confezioni di pancetta affumicata, 3 confezioni da 3 di pizze pronte, non so più quante confezioni di merendine (bandite da casa mia), confezioni di caramelle e cioccolato da far rabbrividire perfino i negozianti di bonbon.
 
 
Chiacchiere magiche (da una ricetta di La ricetta della felicità)
 
100 ml di panna (io ho usato quella da montare a lunga conservazione)
110 g di farina (io ho usato la farina per pasta di L’altro Gusto, ma se usate la 00 arrivate fino a 135 g)
un pizzico di sale
zucchero a velo
 
olio di arachidi o girasole per friggere
 
Ho cambiato il procedimento, ma solo perché, come ben sapete, io non sono una buona lettrice. Quindi ho messo la farina in una ciotola e nel mezzo ho messo la panna e ho cominciato a mescolare con una forchetta. 
Quando l’impasto ha cominciato a rapprendersi, ho messo un po’ di farina sul piano da lavoro e ho cominciato ad impastare.
Non ho fatto riposare l’impasto, perché non avevo tempo e quindi ho cominciato a stendere l’impasto, poco per volta, ritagliando con una rotella dentellata, l’impasto a forma di rettangoli. 
Ho riscaldato l’olio in una padella profonda e ho cominciato a friggere, pochi pezzi per volta.
Ho messo a scolare su un foglio di carta assorbente.
Quando erano tutte pronte ho spolverizzato con zucchero a velo.
Il verdetto a casa è stato unanime e hanno apprezzato non poco.
Grazie Angela per una ricetta così semplice e buona!
 
Suggerimenti:
– fate attenzione allo zucchero a velo perché potrebbe contenere tracce di glutine;
– con questa farina io ho tirato l’impasto molto sottilmente e non ho avuto l’inconveniente di cui parlava Angela nel suo post, di spezzare l’impasto;

-stavolta sono soddisfatta di me pure la la frittura, che di solito rifuggo, perché è venuta davvero perfetta!

Carnival Cookies
 
100 ml cream
110 g of gf flour (but if you use the 00 it’s better 135 g)
a pinch of salt
gf powdered sugar
 
peanut oil or sunflower oil for frying
 
Put the flour in a bowl and the cream, too and mix with a fork.
Then put some flour on the work surface and begin to knead.
Roll out the dough , little by little, and cut the dough in rectangles with a serrated wheel.
Heat the oil in a deep frying pan and started to fry a few pieces at a time .
Drain on a paper towel .
When ready, dust with powdered sugar.
 

Con questa ricetta partecipo al 100% Vegetal Monday

 

 

 
A presto
Stefania Oliveri