Zuppa di lenticchie rosse e sorgo

Zuppa di lenticchie rosse e sorgo
Zuppa di lenticchie rosse e sorgo

Se me l’avessero detto, non ci avrei mai creduto.

Perché, se di una patologia psichiatrica potevo essere affetta, sicuramente non era “disturbo ossessivo-compulsino di pulizia”, ma piuttosto “shopping compulsavo”.

E infatti compro … flaconi di candeggina e detersivi come se non ci fosse un domani e sopratutto la uso a fiumi come mai avrei pensato di fare.

Anche il pensiero di mettere  più di 3 volte al giorno la lavatrice, mi sembrava follia.

 

Ma i fatti sono:

  1. posseggo una cana di indubbia amoralità che si butta a terra e allarga le zampe davanti a qualsiasi bipede o quadrupede vivente;
  2. mi ritrovo con un cano, di fame atavica, poco abituato al cibo raffinato che passa il convento, cercatore (anche lui, indubbiamente,  ossessivo compulsivo) di qualsiasi rifiuto, e si sa dal letame nascono i fiori, ma notoriamentee non fanno profumo!
  3. sospetto di avere un gatto invidioso della mia celiachia, con tutti gli annessi e i connessi…;
  4. allevo una gatta viveur che gironzola sui tetti dove nessuno leva la polvere!
  5. e infine ho cresciuto 3 pargoli che non si risparmiano la compagnia di amici, fidanzate, e quant’altro, che ormai bivaccano anche loro, in casa mia.

Signor Procter & Gamble, ringraziali, vivi grazie a loro!

Oggi c’è freddo, tanto freddo, checché ne dica la mia amica Sara

Così la ricetta giusta è una zuppa.

La trovate anche sul nuovo numero di Taste & More, insieme a tante altre meravigliose ricette delle mie amiche di Taste & More.

La zuppa è con il sorgo, un cereale naturalmente senza glutine e, fra questi, quello che assomiglia di più, sia come sapore che come consistenza che come resa, al grano, anche se il chicco è un po’ più piccolo.

Anche se in Italia è poco conosciuto, in altre zone del mondo, come l’America Centrale, l’Africa  e l’Asia meridionale, è molto consumato, ed è una delle coltivazioni più antiche.

Un dettaglio non trascurabile, poi, è anche il suo costo. A differenza di tutti gli altri cereali senza glutine, questo è il meno costoso.

Ed è molto versatile in cucina. La farina si può usare in purezza o mescolata ad altre farine, i chicchi si possono consumare sia in insalata che per preparare dei risotti, o delle stime zuppe come quella qui sotto.

zuppa di sorgo e lenticchie rosse 7226

 

Zuppa di lenticchie e sorgo
Write a review
Print
Ingredients
  1. 400 g di lenticchie rosse decorticate controllate e risciacquate
  2. 200 g di sorgo
  3. 2,2 l circa di acqua
  4. 3 cucchiai di olio evo delicato
  5. 1 cipolla media pelata e tritata
  6. 1 pezzetto di radice di Zenzero (4cm) pelato e tritato 2 cucchiaini circa
  7. 6 scalogni medi solo le parti bianche, mondati e tritati
  8. 1/2 cucchiaino di curcuma
  9. 1 peperoncino rosso secco piccolo
  10. 2 cucchiaini di sale grosso
  11. rametti di timo limone
  12. 2 cucchiai di olio evo delicato
Instructions
  1. Mettete per due ore a bagno il sorgo. Quindi sciacquate bene e cuocete 15 dal momento dell ebollizione dell'acqua
  2. In una pentola scaldate l'olio, a fuoco medio. Aggiungete la cipolla, gli scalogni, lo zenzero, il peperoncino e il sale. Cuocete finché le cipolle non si colorano e diventano trasparenti e aggiungete la curcuma. Aggiungete le lenticchie e l'acqua. Portate ad ebollizione, abbassate la fiamma e lasciate cuocere finché le lenticchie si disfano e sono morbide (25/30 minuti circa). Rimuovete il peperoncino e passate la zuppa.
  3. Versate la zuppa calda sul sorgo e servite calda.
Cardamomo & Co. http://www.cardamomoandco.ifood.it/
Da qui potete sfogliare direttamente la nostra meravigliosa rivista

 

Croccante di mandorle, torrone, cubàita

Croccante di mandorle
Croccante di mandorle, torrone, cubàita

Oggi, oltre ad essere l’Epifania, è il compleanno di una amica speciale, conosciuta grazie al web e al blog in particolare modo.

Si chiama come me, ma a parte questo, non mi somiglia per niente.

A parte essere alta e giovane, è una persona sobria, schiva, e molto molto brava nella pasticceria.

Dal suo blog ho preso tanti dolci (non riuscendo mai ad eguagliare le sue vette – nemmeno col tacco 20 – ), e grazie a lei ho sperimentato tecniche che non avrei mai potuto credere di riuscire a fare.

Anche il torrone di oggi è suo. Da Stefania Profumi e Sapori potete trovare anche tutti i passaggi per riprodurlo al meglio.

Io, vi dico solo che era buono all’inverosimile! 

Buon compleanno amica speciale!

Read more

Blinis senza glutine con crema di carote

blinis senza glutine crema di carote
Blinis senza glutine con crema di carote

“Lo ammazzo, lo ammazzooo, lo ammazzoooooo!!!”

Prometto a me stessa.

“Sì, io l’ho fatto e io lo distruggo!” (ops, l’ho detto e lo so che l’ha detto  o pensato ogni singola mamma, anche quelle che giurano e spergiurano che non l’hanno mai fatto!)

Perché il pargolo n.3 è ormai in quell’età in cui qualsiasi mamma comincia a credere all’esistenza di Poltergeist ed è sicura che questo abbia scelto suo figlio come abitazione!

E sì, anche il pargolo n.3 è ufficialmente entrato nell’adolescenza, con tutti gli annessi e i connessi del caso.

Read more

Pane alla zucca senza glutine

Panini_alla_zucca

Avete mai pensato che un pargolo che non mangia niente di arancione, quindi niente zucca e niente carote, neanche per sbaglio, potesse mangiare tutti, e dico TUTTI questi panini con la zucca?

Ecco, l’ha fatto! 

Per questo l’ho fatto già 3 volte e ogni volta ne ho assaggiato un misero pezzettino, caldo caldo.

Sono i panini più morbidi mai realizzati.

E lo so, solo perché alla fine, ne ho sottratto uno e l’ho nascosto e, tadan, l’indomani era ancora morbidissimo.

panini alla zucca 7525

L’ispirazione l’ho presa dal pane alla zucca di Stefania Gambella e io l’ho trasformato in senza glutine e ho diminuito la grammatura del lievito.

Panini alla zucca
Serves 8
Panini senza glutine alla zucca, perfetti per ogni occasione, bellissimi da vedere e morbidissimi
Write a review
Print
Prep Time
30 min
Cook Time
20 min
Prep Time
30 min
Cook Time
20 min
Ingredients
  1. 250 g zucca
  2. 500 g farina Nutrifree
  3. 3 g lievito
  4. 100 ml latte
  5. 50 g acqua
  6. olio 1 cucchiaio
  7. sale
Instructions
  1. Tagliate la zucca a cubetti e cuocetela al forno per 20 minuti a 200°.
  2. Frullate la zucca fino a ridurla in purea.
  3. Sciogliete il lievito nell'acqua.
  4. In una ciotola grande come quella della planetaria mettete la farina.
  5. Fate un buco in mezzo alla farina e versate la purea di zucca e cominciate ad impastare.
  6. Aggiungete il lievito e il latte fino a creare un panetto morbido.
  7. A questo punto aggiungete l'olio e il sale. Amalgamate bene.
  8. Coprite il recipiente in un canovaccio,e fatelo lievitare.
  9. Visto che ci sono solo 3 grammi di lievito avrà bisogno di un lungo riposo. Io l'ho lasciato tutta la notte e la mattina il volume era raddoppiato.
  10. Una volta che l’impasto è raddoppiato dividete l’impasto in 8 pezzi, quindi formate delle palline.
  11. Bagnate lo spago nell’olio perché non si attacchi all’impasto e seguitela procedura che vi mostro nel video per creare la forma di zucca.
  12. Infornate i panini per 20 minuti in un forno statico a 180°.
  13. Mangiate quando si sono raffreddati... se ci riuscite 😉
Notes
  1. La zucca può essere cotta anche al vapore.
  2. La quantità di lievito può essere aumentata fino a 20 g se non volete aspettare tutto il tempo della lievitazione che ha impiegato il mio pane. Con 20 g dopo due ore il volume sarà raddoppiato sicuramente.
Adapted from Stefania Gambella
Adapted from Stefania Gambella
Cardamomo & Co. http://www.cardamomoandco.ifood.it/

E adesso vi lascio al video che vi mostra come fare i panini alla zucca.

Con questa ricetta partecipo a Panissimo#44, la raccolta di lievitati dolci e salati ideata da Sandra di Sono io, Sandra, e Barbara, di Bread & Companatico, questo mese ospitata da Sono io, Sandra

Panissimo

 

Zucca, ricotta e riduzione di aceto balsamico

Zucca, ricotta e riduzione di aceto balsamico. Antipasto senza glutine

In questo blog si parla, prevalentemente, di cibo. Così, non visembrerà strano leggere su queste pagine che si è aperto, a Milano, obviously, il primo ristorante nudisti. Perché ne parlo?  Ovvio, perché ne sono scioccata! E la mia tenera età, la mia posizione geografica, forse, o solo, il mio confine mentale, mi fanno pensare “ma perché mangiare nudi?” E in mente mi si stagliano tutta una serie di immagini che non riesco a cancellare. Ad esempio, quando si sta seduti i rotolini (che il correttore, giustamente, aveva convertito in rotoloni, e qui la dice lunga) si moltiplicano, ad esempio. E mangiare sdraiati e tirati, non è cosa semplice… (sebbene i romani ci abbiano provato per qualche tempo).

Un’altra immagine, che non riesco a togliermi dalla testa ad esempio è che dove io poso le mie terga, c’è stato qualcun altro che a sua volta ha poggiato le sue… BRRRRRRR

Un altro dubbio atroce attanaglia la mia mente, ma, al ristorante come ci si arriva? vestiti o già nudi? E in caso di opzione A, ti forniscono anche l’armadietto dove riporre al sicuro i tuoi indumenti? E i gioielli (e non parlo di quelli di famiglia) sono anche essi considerati vestiti e quindi da togliere o li puoi lasciare addosso e nel qual caso, come si abbinano?

Fugati (o meno questi dubbi), leggo una notizia che mi sconvolge ancora di più. (Mettete a nanna i bimbi, perché il discorso si fa hot…) Ebbene sì, la notizia è che la nuova trasgressione è quella di “farlo vestiti”!!! Ora, io mi domando e dico, ma perché l’uomo ha bisogno di fare sempre il contrario di quanto è prescritto?

Se qualcuno ha provato una delle due cose e/o tutte e due, forse potrà diradare la matassa dei miei interrogativi, altrimenti non mi resta che aspettare e provare le due cose…  
zucca, ricotta, aceto balsamico 7103


Per evitare i rotolini a tavola, questo antipasto è perfetto. Sarà anche light, ma vi assicuro che la bontà c’è tutta.  E, se c’è una cosa di cui vado particolarmente orgogliosa è questa riduzione di aceto balsamico, che è DI VI NA (senza falsa modestia :D)! 

zucca, ricotta, aceto balsamico 7126
 

Se la provate, vedrete che ne diventerete assolutamente addicted e la schiafferete dovunque vi capiti a tiro.

zucca, ricotta, aceto balsamico 7129

La ricetta la trovate anche sull’incredibile numero di Taste & More. Andate a sfogliarlo subito, non ve ne pentirete!!!

 

 

Antipasto di zucca, ricotta e riduzione di aceto balsamico
Serves 4
Write a review
Print
Prep Time
20 min
Cook Time
20 min
Prep Time
20 min
Cook Time
20 min
Ingredients
  1. 1/2 kg di zucca
  2. 250 g ricotta di pecora
  3. prezzemolo
  4. sale
  5. per la riduzione di aceto balsamico
  6. 50 g di aceto balsamico
  7. 5 g di zucchero
Instructions
  1. Lavate e sbucciate la zucca, quindi tagliatella a fette sottili spesse meno di 1 centimetro.
  2. Cuocetele sulla piastra, finché saranno cotte e lasciatele raffreddare.
  3. Preparate la riduzione di aceto balsamico.
  4. In un pentolino mettete l'aceto balsamico e lo zucchero. Mescolate e fate cuocere a fuoco basso fino a quando non si sarò ridotto della metà. Lasciate raffreddare.
  5. Tagliate dei triangoli di zucca, salate. Mettete della ricotta e qualche goccia di aceto balsamico. Guarnite con prezzemolo.
Cardamomo & Co. http://www.cardamomoandco.ifood.it/
tastemore-magazine-novembre-dicembre-2016-n23 
     

Confettura di uva fragola con Bimby

Confettura di uva fragola con Bimby

L’odore che si sparge per casa è inebriate.

Sa di buono. Di dolce. Di caramello.

Quell’odore che ti ricorda l’infanzia seppure non hai mai mangiato una confettura di uva fragola in vita tua.

Tanto buono che persino il pargolo n. 3, allergico alle marmellate, ha deciso di assaggiarla, per poi decretare il verdetto: “è buonissima, questa non la toccate, la mangio io!”

Read more

Tagliatelle senza glutine al salmone

Tagliatelle senza glutine al salmone

La scuola è ricominciata e non solo per me, che mi sento come in un girone dantesco…

Il pargolo n. 3 ha iniziato il suo secondo anno al superiore.

Mi sembra ieri che l’aiutavo a fare i compiti e, per ingannare l’attesa dei suoi lunghi tempi tecnici, ho aperto il blog…

Read more

Quenelle di salmone e quinoa e salsa di avocado

Chi frequenta casa Cardamomo sa benissimo quanto io ami l’avocado e che i miei pargoli hanno imparato ad apprezzarlo!

E questa estate i miei pargoli (e non solo) hanno mangiato spesso questa pasta, semplice, veloce e gustosissima!

Meno la quinoa, che io adoro, ma che in casa non riscuote lo stesso successo… fino a quando non hanno assaggiato queste quenelle!

Sarà stato merito della quinoa Nuova Terra? Anche!

E’ vero, le ho servite con una salsina di avocado, ma vi assicuro che il merito era tutto delle polpette!

Quindi se non sapete come utilizzare la quinoa Nuova Terra, o ai vostri cari non piace in insalata (ma provate queste ricette e poi mi saprete dire)

quenelle di quinoa e salmone 7004

Quenelle di quinoa e salmone e salsa di avocado
Serves 4
Un antipasto gustoso o un secondo sfizioso, sano e facile da preparare.
Write a review
Print
Prep Time
20 min
Cook Time
30 min
Prep Time
20 min
Cook Time
30 min
Ingredients
  1. 60 g quinoa Nuova Terra
  2. 450 g salmone fresco
  3. 1 scalogno
  4. 1 uovo piccolo
  5. 4 foglioline di menta
  6. 2 cucchiai di pangrattato senza glutine
  7. sale
  8. Per la salsina all'avocado
  9. 1 avocado
  10. 1/2 limone, il succo
  11. 1/2 scalogno
  12. un pizzico di sale
Instructions
  1. Sciacquate la quinoa e fatela cuocere per 15 minuti. Salate.
  2. Lasciatela raffreddare.
  3. Tritate al coltello i tranci di salmone, eliminando la pelle.
  4. Mescolate il salmone alla quinoa, aggiungete l'uovo, il pangrattato, il sale e le foglie di menta lavate e tritate.
  5. Con due cucchiai formate delle quenelle e fate cuocere su una padella antiaderente calda, girandole da ogni lato.
  6. Per la salsina all'avocado
  7. Lavate l'avocado e tagliatelo in due. Staccate le due parti e tagliate di nuovo in due. A questo punto potete spellare ogni quarto facilmente.
  8. Mettete l'avocado a pezzi in un boccale altro, lo scalogno sbucciato e tagliato, il succo del limone e il sale e frullate.
  9. Servite le quenelle con la salsina.
Notes
  1. Sciacquate sempre la quinoa per eliminare il sapore amaro della saponina che la ricopre.
Cardamomo & Co. http://www.cardamomoandco.ifood.it/

 

Tutorial quinoa

quenelle di quinoa e salmone 6997

 

 

ALTRE RICETTE DA SLOWTHINKING

Crostata con composta con bacche di gola e quinoa

di Tiziana