Finger food di pizzette senza glutine

Finger food di pizzette senza glutine

27 e non sentirli.

O fare finta di.

Perché visto che settembre è stato mite, pensi che quest’anno l’autunno arrivi anche qui.

Metti le camicie con le maniche lunghe, magari anche un golfino sulle spalle, e pure la sciarpetta intorno al collo.

Read more

Quenelle di salmone e quinoa e salsa di avocado

Chi frequenta casa Cardamomo sa benissimo quanto io ami l’avocado e che i miei pargoli hanno imparato ad apprezzarlo!

E questa estate i miei pargoli (e non solo) hanno mangiato spesso questa pasta, semplice, veloce e gustosissima!

Meno la quinoa, che io adoro, ma che in casa non riscuote lo stesso successo… fino a quando non hanno assaggiato queste quenelle!

Sarà stato merito della quinoa Nuova Terra? Anche!

E’ vero, le ho servite con una salsina di avocado, ma vi assicuro che il merito era tutto delle polpette!

Quindi se non sapete come utilizzare la quinoa Nuova Terra, o ai vostri cari non piace in insalata (ma provate queste ricette e poi mi saprete dire)

quenelle di quinoa e salmone 7004

Quenelle di quinoa e salmone e salsa di avocado
Serves 4
Un antipasto gustoso o un secondo sfizioso, sano e facile da preparare.
Write a review
Print
Prep Time
20 min
Cook Time
30 min
Prep Time
20 min
Cook Time
30 min
Ingredients
  1. 60 g quinoa Nuova Terra
  2. 450 g salmone fresco
  3. 1 scalogno
  4. 1 uovo piccolo
  5. 4 foglioline di menta
  6. 2 cucchiai di pangrattato senza glutine
  7. sale
  8. Per la salsina all'avocado
  9. 1 avocado
  10. 1/2 limone, il succo
  11. 1/2 scalogno
  12. un pizzico di sale
Instructions
  1. Sciacquate la quinoa e fatela cuocere per 15 minuti. Salate.
  2. Lasciatela raffreddare.
  3. Tritate al coltello i tranci di salmone, eliminando la pelle.
  4. Mescolate il salmone alla quinoa, aggiungete l'uovo, il pangrattato, il sale e le foglie di menta lavate e tritate.
  5. Con due cucchiai formate delle quenelle e fate cuocere su una padella antiaderente calda, girandole da ogni lato.
  6. Per la salsina all'avocado
  7. Lavate l'avocado e tagliatelo in due. Staccate le due parti e tagliate di nuovo in due. A questo punto potete spellare ogni quarto facilmente.
  8. Mettete l'avocado a pezzi in un boccale altro, lo scalogno sbucciato e tagliato, il succo del limone e il sale e frullate.
  9. Servite le quenelle con la salsina.
Notes
  1. Sciacquate sempre la quinoa per eliminare il sapore amaro della saponina che la ricopre.
Cardamomo & Co. http://www.cardamomoandco.ifood.it/

 

Tutorial quinoa

quenelle di quinoa e salmone 6997

 

 

ALTRE RICETTE DA SLOWTHINKING

Crostata con composta con bacche di gola e quinoa

di Tiziana

 

Alici fritte su salsa di tenerumi e concassè di pomodori

Alici fritte su salsa di tenerumi e concassè di pomodori

L’estate non è cominciata nel migliore dei modi, nemmeno qui in Sicilia, che per tutta risposta al maltempo del resto d’Italia, ha fatto un acquazzone per due giorni come non se ne vedevano da tempo immemore.

Dopo il caldo asfissiante di 45° (e non è un iperbole, è la pura realtà), incendi (dolosi e non) che hanno devastato (portando anche morte) la provincia di Palermo, una pioggia incessante, che, da una parte ha anche salvato la situazione, dall’altra ci ha fatto capire che il tempo è cambiato definitivamente. Read more

Ravioli senza glutine di pesce per #NOTRIVSEAFOOD

ravioli di pesce senza glutine

Lo so, se su questo blog trovate la parola pesce, pensate ad una ricetta.

E la ricetta la trovate anche.

Precisamente un primo.

E ancora più precisamente dei ravioli ripieni di pesce. E, ovviamente, senza glutine.

Ma, stavolta, la ricetta è più un pretesto.

Il vero motivo per cui ho fato questa ricetta è perché il 17 aprile siamo chiamati ad esprimere un parere alle urne. Il referendum è abrogativo e recita così: 

“Volete voi che sia abrogato l’art. 6, comma 17, terzo periodo, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, “Norme in materia ambientale”, come sostituito dal comma 239 dell’art. 1 della legge 28 dicembre 2015, n. 208 “Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (Legge di Stabilità 2016)”, limitatamente alle seguenti parole: “per la durata di vita utile del giacimento, nel rispetto degli standard di sicurezza e di salvaguardia ambientale”? 

Ciò significa che se volete abrogare dove rispondere SÍ, se invece volete che rimanga tutto come è, allora dovete rispondere NO.

Decidete liberamente, ma andate a votare!

Io voterò SÍ, perché preferisco che non si danneggi il mare oltre modo.

Per questo motivo partecipo all’evento “Il mare lo cucino, non lo trivello” in collaborazione con le mie amiche

Elisa di Sapori di Elisa, la cui ricetta la trovate  QUI

Rosaria di Sosi Dolce & Salato, la cui ricetta la trovate QUI

Rosa di Cooking in Rosa, la cui ricetta la trovate QUI 

Teresa  di Scatti golosi, QUI

Valentina di An Experimental Cook, QUI

e Maria di Comm è amaro stu ppane  QUI e QUI

Partecipate anche voi al nostro evento #NOtrivSEAfood perchè #ilMareLoCucinoNonLoTrivello, ma soprattutto ANDATE A VOTARE!

ravioli di pesce senza glutine

In ogni caso questa è una ricetta pensata a ungo.

Ho cercato di riprodurre gli involtini di pesce alla messinese e trasformarli in un primo. A noi sono piaciuti tantissimo, perfino al pargolo n. 3, il cui piatto preferito, ancora a 14 anni, è la pasta in bianco. 

RAVIOLI SENZA GLUTINE DI PESCE
Serves 5
Un primo di pesce con pasta fresca senza glutine, tutto siciliano
Write a review
Print
Ingredients
  1. 200 g di farina Nutrifree per pasta
  2. 2 uova bio
  3. 2 cucchiai di olio evo
  4. 2 cucchiai di acqua naturale
  5. 1 pizzico di sale
  6. per il ripieno
  7. 1 sgombro cotto al forno
  8. 10 g di uvetta nera e piccola
  9. 20 g di pinoli
  10. sale
  11. per il condimento
  12. 1 scalogno
  13. una scatola di pomodoro pelato
  14. 40 g di olive nere
  15. 15 g di capperi sotto sale
  16. 5 foglie di basilico
  17. Per condire
  18. 50 g di pangrattato
  19. 2 cucchiai di olio
  20. un pizzico di sale
Instructions
  1. Preparate la pasta
  2. In una ciotola mettete la farina, fate un buco al centro e mettete le uova, l'olio, l'acqua e il sale e con una forchetta cominciate ad incorporare la farina ai liquidi.
  3. Quindi stendete un po' di farina su una spianatoia e continuate ad impastare a mano.
  4. Conservate in un sacchetto per alimenti e fate riposare.
  5. Nel frattempo spinate il pesce (meglio con le mani, così da scoprire eventuali spine, nascoste), mettete a mollo l'uvetta, in acqua calda per una decina di minuti e poi sciacquate abbondantemente e fate saltare i pinoli in una padella.
  6. Unite il tutto.
  7. Stendete la pasta con la macchinetta adatta fino ad arrivare alla tacca n. 3.
  8. Sulle strisce di pasta mettete dei mucchetti di farcia, quindi coprite con un'altra striscia di pasta. Con le mani premete intorno alla farcia, aiutandovi anche un po' d'acqua, da passare all'interno della pasta per fare attaccare i due lembi.
  9. Con una rondella tagliate in quadrati.
  10. Adagiate su un vassaio spolverizzato di farina.
  11. Mettete l'acqua a bollire e salatela.
  12. Nel frattempo preparate il condimento.
  13. Sbucciate lo scalogno e tritatelo.
  14. In una larga padella mettete dell'olio e fate riscaldare, quindi soffriggete brevemente e a fuoco basso, e aggiungete il pomodoro pelato e mezzo bicchiere d'acqua e fate cuocere.
  15. Nel frattempo sciacquate molto bene i capperi e denocciolate le olive.
  16. Aggiungete entrambi 5 minuti prima di spegnere il fuoco.
  17. Controllate di sale e condite con le foglie del basilico.
  18. In un padellino mettete 2 cucchiai di olio e il pangrattato e un pizzico di sale. Mescolate e fate tostare.
  19. Fate cuocere quindi i ravioli per 3 minuti e scolateli direttamente nella padella con il condimento e fate saltare.
  20. Servite caldi condendo con il pagrattato tostato.
Notes
  1. Le indicazioni per la pasta sono per questa farina, se usate un'altra farina non sempre le dosi sono uguali.
Cardamomo & Co. http://www.cardamomoandco.ifood.it/
ravioli di pesce senza glutine
Ravioli di sgombro senza glutine alla siciliana

 

Esponete questo banner se volete partecipare anche voi.

NOTRIVELLE

 

ravioli di pesce
Ravioli di pesce senza glutine

Focaccine con grano saraceno

Fa caldo all’inverosimile, anche se non c’è l’odiato e temuto scirocco.

Ma a me il caldo, novella Giovanna d’Arco, non spaventa. Oppure sono solo temeraria, o, direbbe qualcuno, pazza!

O meglio, lo odio, ma riesco ad accendere il forno.

Anche perché penso che sia peggio accendere i fornelli.

E così, continuo a panificare… forse solo l’amore materno per il lievito, che più che madre, mi sembra figlio…

Read more

Che pizza, che barba, che noia, ‘sti figli maschi!

(Pizza senza glutine con tonno e broccolo)

E mentre tutti pensano alla dieta, io continuo a pubblicare pizze, che si sa, dimagrire non fanno.

Cioè, quando uno è a dieta, la prima cosa che diventa peggio di Satana, da rifuggire, da avvicinare solo con croci e acqua santa, è proprio la pizza, che, il bravo dietologo, giusto perché i vizi, sono l’oppio dei popoli (licenza poetica), te la concedono una volta a settimana.

E allora perché nel mio blog, al contrario di tutti gli altri (intelligenti) dove fioriscono ricette dietetiche per la fatidica prova costume, continuo a postare pizze???

Read more

Pizza con lievito madre e bottarga, senza glutine per Taste&More

(Pizza con lievito madre senza glutine)

 pizza-lievito-madre-sg-con-bottarga-0109-b
Fare una buona pizza senza glutine, ormai non è così difficile. Le farine dietoterapiche sono migliorate grandemente e quasi tutte danno ottimi risultati, se usate con sapienza.



Perché i lievitati senza glutine hanno bisogno di essere trattati in maniera diversa dai loro cugini glutinosi…


Un segreto è quello di idratarli maggiormente. Questa, infatti, consente di rimanere più morbido, facendolo guadagnare in sapore.


E siccome la consistenza dei cibi è fondamentale, ho rifatto la ricetta di Michela della pizza, adattandola alle esigenze dei celiaci.

 

La sua ricetta la trovate nel nuovo numero di Taste&More, il n. 11 per l’esattezza, dove troverete tantissime versioni, una più intrigante dell’altra!
Ma non solo. Perché Taste&More, va diventando sempre più bello da vedere, ma anche sempre più interessante da scoprire!
E allora, che aspettate? Andatelo a scaricare!

 

pizza-lievito-madre-sg-con-bottarga-0118-b
Ed ecco la mia pizza senza glutine. Io ho provato due versioni e ve le metto entrambe.Pizza con lievito madre e bottargaIngredienti per 2 pizze medie

per l’impasto

400 g di farina L’altro gusto* (senza lattosio)
100 g Brot mix
370 ml di acqua
100 g di lievito madre senza glutine
15 g di olio
10 g di sale

Seconda opzione*:

200 g lievito madre
300 g farina Pandea
140 g grano saraceno
370 ml di acqua
15 ml olio
10 g sale

per il condimento

bottarga
1 cipolla grande
2 peperoncini
olio extravergine d’oliva
pangrattato senza glutine

Sciogliete il lievito madre (non freddo e rinfrescato) nell’acqua direttamente nella ciotola dell’impastatrice. Aggiungete le farine e impastate alla minima velocità per circa 5 minuti. Aggiungete l’olio, lasciandolo assorbire, quindi aggiungete il sale. Lasciate lavorare ancora qualche minuto. L’impasto risulterà piuttosto appicicoso e poco lavorabile. Lasciatelo nella ciotola e copritelo con della pellicola lasciando riposare l’impasto fino al giorno successivo. Ovviamente il riposo dipende dall’impasto e dal caldo, quindi se dovete cuocere la pizza la sera dopo, mettete l’impasto in frigo, fino al mattino succesivo e poi lasciatelo a temperatura ambiente fino al momento di cuocere.
Dividete l’impasto in due parti, con l’aiuto di un altro po’ di olio e arrotondate ogni porzione, direttamente nella teglia, coperta con carta forno. Coprite e lasciate riposare ancora per un’ora.
Accendete il forno alla massima temperatura e lasciatelo scaldare bene.



Nel frattempo condite la pizza, grattuggiando la bottarga sugli impasti e adagiando la cipolla tagliata a fettine sottili. Cospargete con del pangrattato e alcune rondelle di peperoncino. Irrorate la superficie della pizza con olio extra vergine, quindi infornate e lasciate cuocere.


*opzione più liquida

 pizza-con-bottarga-e-lievito-madre-0105-b

 

Pizza with sourdough and bottarga 
Serves 2 medium pizzas
for the dough
400 g gf flour L’Altro Gusto
100 g gf flour Brot mix
370 ml of water
100 g of sourdough
15 ml of oil
10 g salt
Second option:
200 g sourdough
300 g flour Pandea
140 g buckwheat
370 ml water
15 ml oil
10 g salt
for seasoning
bottarga
1 large onion
2 chillies
extra virgin olive oil
gluten-free breadcrumbs
Dissolve the sourdough into water. Add flour and mix at low speed for about 5 minutes. Add oil, after add the salt. Let work for few minutes. The dough will be quite sticky and not very workable. Leave it in the bowl and cover with plastic wrap, leaving the mixture to stand until the next day. The rest depends on the mixture and heat, so if you need to cook the pizza the next night, put the dough in the fridge until the morning after and then leave at room temperature until ready to cook.
Divide the dough into two parts and roll out any portion with oil and  directly into the pan. Cover and let stand for one hour.
Preheat the oven to maximum temperature and let it warm up well.
Meanwhile, season pizza. Grate bottarga on the dough and cut the onion into thin slices. Sprinkle with bread crumbs and a few slices of red pepper. Sprinkle the surface of the pizza with extra virgin olive oil, then bake

A presto
Stefania
Oliveri